CASTELDACCIA PROTAGONISTA DI UN CORTEO A FAVORE DELLA LEGALITA’

Giovedì 23 ottobre ’14 Casteldaccia è stata teatro di un significativo corteo della legalità.<<Chi paga il pizzo non è un uomo libero>>. È questa la frase che ha accompagnato l’intero corteo, portata dai bambini delle scuole elementari e medie di Casteldaccia, che ne sono stati i principali protagonisti. Il corteo, organizzato da Maurizio Nasca in sostegno di Gianluca Calì, imprenditore che è stato in grado di denunciare i propri estorsori, si è svolto in una marcia partita alle 18 circa dalla Caserma dei Carabinieri per arrivare alla Piazza Matrice. Al corteo hanno preso parte il Sindaco di Casteldaccia Fabio Spatafora, il vice sindaco di Ficarazzi, rappresentanti dei comuni di Bagheria e Ficarazzi, oltre che i sovra citati Maurizio Nasca e Gianluca Calì. Ma i reali protagonisti del corteo sono stati i numerosissimi bambini, che con manifesti e cartelloni esprimevano il loro dissenso nei confronti della mafia. In piazza, poi, ad attenderli un palco dove sempre i bambini hanno recitato profonde poesie a favore della legalità e contro la mafia. Sono poi intervenuti direttamente il sindaco e lo stesso Gianluca Calì, che ha espressamente invitato tutti a denunciare eventuali illegalità, senza avere timore, e avendo invece fiducia in quell’ideale di legalità che parte dalle piccolissime cose. Il corteo ha dunque avuto un riscontro positivo con la cittadinanza, grazie a quell’atmosfera di fiducia in un futuro più pulito, alla quale ha contribuito la presenza dei bambini, simbolo di speranza nel futuro. Perciò ci auguriamo che le scuole perseverino in queste campagne di sensibilizzazione con i bambini, e che questa sia stata la prima di una serie di manifestazioni antimafia.

ANDREA FIORISTA

Annunci